Grazia Ippolito

Fin dalla prima infanzia mi sono sempre interessato al carattere e alla fisionomia delle persone, probabilmente perch√© mia nonna, cantante soprano e cuoca emiliana, che agli inizi del Novecento viaggiava molto in vari Paesi, mi raccontava molte storie divertenti su personaggi diversi e colorati che aveva incontrato nella sua vita. Ho iniziato come fotografo sportivo con interessi principali nello sci e nelle corse motociclistiche. Le mie foto sono state pubblicate su molte riviste famose in Italia e all’estero. Durante la stagione 1974 ho lavorato con la MV Agusta Racing Team. Dopo aver dedicato i primi anni alla mia famiglia in espansione, negli anni ’90 ho ripreso la mia carriera per ritrarre scrittori e pittori. Le mie immagini sono state pubblicate su molte riviste e quotidiani in Italia e all’estero, avendo anche collaborato con molti editori tra cui: Adelphi, Mondadori, Einaudi, Seuil, Diogenes, Random house e Payot. Dopo la mia prima mostra personale alla libreria Feltrinelli di Milano, in via Manzoni, ne sono seguite altre negli ultimi anni come “Riprendiamo i giochi del passato” allo Spazio Guicciardini di Milano sui giochi infantili dimenticati. La fotografia mi ha avvicinato alle cose che mi piacevano, una volta era lo sport, dopo la letteratura, la pittura, l’opera e il teatro.

Questo elemento è stato inserito in . Aggiungilo ai segnalibri.